Rotala macrandra

✔ aggiornato il

Rotala macrandra: Personalmente, ritengo che sia una delle piante acquatiche più belle in assoluto anche se impegnativa da coltivare.

  1. Coltivazione
  2. Illuminazione
  3. Crescita e cura

Rotala macrandra: coltivazione in acquario

La sua coltivazione in acquario non è facile, e solo con un buon impegno si ottengono ottimi risultati.

Occorre molta pazienza, e prestare parecchia attenzione alle esigenze vitali di questa bellissima pianta.

Anche in questo caso, si tratta di una pianta palustre, come la maggior parte delle piante coltivate in acquario. Il suo habitat di origine è l'India meridionale, e spesso in natura vive anche completamente sommersa.

Rotala macrandra: come piantare i fusti

I fusti devono delicatamente essere piantati ad una certa distanza l'uno dall'altro per non farsi ombra a vicenda: questo sarebbe un inizio errato se desideri provare a coltivare questa bellissima piante.

Vanno posizionati nel substrato con delicatezza, facendo attenzione a non schiacciarli con le dita: si tratta di una pianta molto sensibile a eventuali stress.

Quanto piantare i fusti

Il fondo dev'essere già ricco di sostanze nutritive, quando decidi di piantare i fusti della Rotala macrandra, e l'acquario ben rodato, sistema filtrante incluso.

Illuminazione necessaria

Assolutamente necessaria un'illuminazione molto intensa, è una pianta che subisce in modo traumatico eventuali shock termici, e una lieve corrente nel movimento dell'acqua può creare benefici nella crescita, mantenendo pulite le foglie, piuttosto delicate anche se così belle.

Il colore delle foglie può oscillare dal verde, al rosso intenso, soprattutto se l'intensità luminosa è intensa.

Parametri chimico-fisici dell'acqua

Il fondo deve tassativamente essere privo di qualsiasi sostanza calcarea, l'acqua leggermente acida e di bassa durezza: pH 6,5dGH 4.

Sostanze nutritive

Indispensabile un buon apporto bilanciato di sostanze nutritive nell'acqua, anche ferro, e buona somministrazione di CO2 aiutano decisamente ad ottenere buoni risultati.

Crescita e cura

Quando si riesce ad ottenere una crescita che raggiunge i 15-20 cm di altezza, in genere non va oltre in acquario; è possibile potare la pianta senza la necessità di sradicare il fusto piantato.

Per lasciare spazio a quello nuovo, va piantato sempre con la medesima attenzione a che non faccia ombra agli altri fusti, e che anch'esso possa ricevere la giusta quantità di luce.

Anzi, sradicare la pianta potrebbe farle subire notevole stress e portarla a deperire.

Con la Rotala macrandra, è uno di quei casi in cui la parte del fusto tagliato, può essere piantato nuovamente con ottimi risultati, anche dal punto di vista estetico.

Se la pianta trova le condizioni vitali soddisfacenti, va a creare dei cespugli molto fitti e decorativi, grazie anche al suo bellissimo colore, che rappresentano il sogno di molti appassionati.

Il rigoglioso cespuglio fitto di foglie arancio-rosse della Rotala macrandra, è quanto di meglio si possa ottenere da una pianta acquatica; vedere le sue foglie esili e sottili crescere sane è una soddisfazione.

Pianta difficile, molto esigente, e meravigliosamente bella: l'impegno che richiede viene ampiamente ripagato dalla sua bellezza.