Paracheirodon innesi

✔ aggiornato il
Paracheirodon innesi: noto come pesce neon per la sua vivace colorazione luminosa

Paracheirodon innesi

Paracheirodon innesi: un piccolo pesce che appartiene alla famiglia dei Caracidi, di piccole dimensioni, vive bene in gruppi della sua specie.

  1. Morfologia
  2. Riproduzione
  3. Habitat

Paracheirodon innesi: morfologia

Il corpo è longilineo e compresso, ed il dimorfismo sessuale non è evidente, anche se alcuni sostengono che i maschi rimangono più snelli delle femmine.

Il Paracheirodon innesi presenta una colorazione molto bella, luminosa, fluorescente, blu-verde sul dorso, ed una banda rossa che parte dal peduncolo caudale e si estende fino all'altezza del ventre.

Non va oltre i 3-4 cm di lunghezza.

Il Cheirodon axelrodi appartiene anch'esso alla famiglia dei Caracidi (Characidae) e si differenzia dal Paracheirodon solo per la banda longitudinale e la dimensione leggermente maggiore che sviluppa

Cheirodon axelrodi

Da non confondere con il Cheirodon axelrodi

Sebbene simili nell'aspetto, e nel comportamento, il Paracheirodon innesi non è da confondere con il Cheirodon axelrodi, dove la banda rossa si estende su tutto il corpo, fino al capo.

Il Cheirodon axelrodi si sviluppa leggermente di più, anche se rimane di piccole dimensioni, 4-5 cm.

Comportamento della specie

È un pesce gregario, in quanto convive tranquillamente con altri esemplari come i Ciclidi sudamericani.

È capace di guizzi fulminei durante il nuoto.
Particolarmente appariscente vedere un piccolo banco di pesci che si muovono insieme.

Il Paracheirodon innesi, è un pesce tranquillo e pacifico, gregario, ed ama vivere in piccoli banchi.

Visto che non raggiunge dimensioni notevoli, si ferma ai 4 cm di lunghezza, se ne possono ospitare un discreto numero (30, 40) anche in un acquario non molto grande.

Il loro simpatico modo di nuotare muovendosi in gruppo, e la rapidità degli spostamenti nell'acqua, possono talvolta disturbare pesci piuttosto esigenti come ad esempio i Discus (Symphysodon), anche se in natura vivono nelle stesse acque, dove con gli Scalari sono stati spesso notati insieme.

Riproduzione

La riproduzione del Paracheirodon innesi non avviene così facilmente in acquario, come può essere per altre specie.

Per facilitare le femmine alla maturazione delle uova, può rendersi necessario inserirle in una vasca con acqua a temperatura che oscilla tra i 16 ed i 22°, in questo modo potranno acquisire il desiderio di deporre, in poche parole, entreranno in fregola.

La coppia poi, può anche essere inserita in una vasca di modeste dimensioni, con acqua molto tenera (2-3 DGH), leggermente acida (ph 6-6,6), dove sia presente una buona vegetazione, costituita anche da piante con foglie particolarmente sottili (Myriophyllum, Limnophila, Mayaca, etc.).

Questa è una caratteristica importante, dato che questi pesci amano particolarmente questo genere di piante, e l'illuminazione dev'essere piuttosto scarsa.

La deposizione e fecondazione delle uova, inizia generalmente la sera, e può durare anche 6 o 7 ore, poi, una volta deposte e fecondate, la coppia dovrebbe essere allontanata per evitare che si possa cibare delle stesse.

La cattività

Non bisogna mai dimenticare che con i pesci in cattività, non è un comportamento raro che possano cibarsi delle uova, o addirittura anche degli avannotti; semmai il contrario.

Possono essere molteplici i fattori che spingono la coppia di una specie mangiare le uova che loro stessi hanno deposto e fecondato.

Ad esempio il timore che altri pesci le possano loro sottrarre, oppure alcuni parametri dell'acqua che non li soddisfano appieno, insomma, se non trovano l'ambiente in cui vivono idoneo alle loro esigenze, possono arrivare solo ad un punto della riproduzione, e non alla cura della prole.

Habitat

In natura, il Paracheirodon innesi vive in piccoli torrenti, pozze, acquitrini delle foreste pluviali del sud America.
Ama vivere in acqua tenera (5-8 DGH) e poco acida (pH 6-6,5), con una temperatura che oscilla dai 20 ai 27 gradi°C.